Utilizzando software di analisi dati radiologici reperibili sul web , uno tra tutti ITKsnap per esempio, si puo’ notare come spesso venga richiesto il formato immagini NIFTI. Questa sigla é l’acronimo di Neuroimaging Informatics Technology Initiative ed é stato un’evoluzione di un altro formato file utilizzato in precedenza intorno agli anni 90 e sviluppato dalla Mayo Clinic, il ANALYZE 7.5 che pero’ era basato su UNIX e quindi ancora più di nicchia.

Il formato NIFTI é stato sviluppato grazie al supporto del National Institute of Mental Health e del National Institute of Neurological Disorders and Stroke intorno al 2002-2004, ed ha corretto inizialmente il principale problema di localizzazione spaziale dei dati ed ha uniformato il “punto di vista delle immagini” rendendolo più comprensibile sia agli specialisti di immagini sia ai neurologi. Sostanzialmente il file contiene due immagini con sottotipi .hdr/.img oppure tutto raggruppato in una sola .nii , la stessa potrebbe essere anche in formato compresso quindi .nii.gz

Questo tipo di file é stato poi aggiornato alla versione NIFTI-2 dal Data Format Working Group (dfwg), che contiene molte più informazioni ma che hanno portato anche a qualche problema di incompatibilità con la versione precedente.

Qui dettagli sui dati contenuti NIFTI-1 e NIFTI-2