Una sequenze sperimentale, basata su acquisizioni EPI e strutturata in diversi moduli differenti, consente di acquisire tutto il set di dati per poi ricostruire in post processing le varie pesature classiche T1, T2, T2*, FLAIR, DWI e ADC, stesso concetto già espresso da GE per la tecnica MAGiC

Nell’immagine in alto, dall’articolo ( Clinical feasibility of 1-min ultrafast brain MRI compared with routine brain MRI using synthetic MRI: a single center pilot study Ryu, K.H., Choi, D.S., Baek, H.J. et al. J Neurol (2019) 266: 431. https://doi.org/10.1007/s00415-018-9149-4 ) si vedono tutte le immagini generate dal software di sindesi.

Ancora per chi vuole divertirsi ecco un video dimostrativo di 30 pazienti analizzati (diciamo in modo un po selvaggio e senza svestizione) in meno di un’ora.

Dallo stesso video ho anche trovato il link all’articolo originale che descrive bene la tecnica https://drive.google.com/file/d/1w7sx-w2Gf6Fl-I6JmkviqVAi3g65Bvtd/view